SICUREZZA SUL LAVORO

SICUREZZA SUL LAVORO  

La sicurezza sul lavoro
continua a essere uno dei temi drammatici che la cronaca non smette di portare in evidenza 
quasi ogni giorno.
Si stima che ogni anno una rilevante percentuale di lavoratori in Italia è vittima di un incidente sul lavoro. Si tratta di quasi un milione di incidenti di diversa natura e gravità, dei quali oltre 27 mila determinano un'invalidità permanente nella vittima e più di 1.300 ne causano la morte
Ciò equivale a dire che ogni giorno in Italia tre persone perdono la vita per disgrazie legate 
alla propria attività lavorativa. 
Altrettanto rilevante e di grande impatto sociale sono le malattie professionali e tutta quelle patologie sviluppate a causa della presenza di stimoli nocivi nell'ambiente di lavoro.
La sicurezza nei luoghi di lavoro comprende dunque tutte quelle misure preventive da adottare, al fine di garantire ai lavoratori un luogo di lavoro sicuro e sano, onde evitare infortuni sul lavoro e/o malattie professionale.
L'entità del problema e la particolarità della materia hanno reso necessario nel tempo, un'adeguata legislazione. In Italia la sicurezza sul lavoro è oggi definita da un decreto, il D. 
Lgs. 81/2008 comunemente conosciuto come Testo Unico Sicurezza Lavoro, entrato in vigore, per la quasi totalità degli articoli, il 15 maggio 2008. Esso abroga le più importanti norme in materia (la 626/94) e introduce importanti innovazioni nel campo della tutela della sicurezza e salute dei lavoratori, focalizzando l'attenzione sulle regole e gli strumenti operativi da adottare (vedi obblighi Decreto Legislativo 81 del 2008).
Regole che determinano l'obbligo per tutte le aziende, anche quelle con un solo dipendente, ad organizzare e porre in essere procedure complesse e articolate, con obiettive e consistenti difficoltà per gran parte di esse!
L'attuale legislazione prevede anche, tra l'altro, una capillare sorveglianza sull'osservanza delle norme, esercitata da organismi vari (ASL, VVF, Ispettorato del Lavoro, INAIL, ecc.), con possibile conseguente azione sanzionatoria nei confronti delle aziende inadempienti.
Da qui l'esigenza di affidarsi ad organismi esterni, privati, per consulenze e servizi adeguati al caso.
La G.M. Consulting S.r.l. nasce proprio in risposta a tale esigenza. Il nostro gruppo di professionisti seri e volitivi, in possesso di laurea specializzazione nei diversi settori della Medicina del Lavoro e Sicurezza sul Lavoro, uniti insieme per e con il datore di lavoro, il responsabile della sede produttiva, l'RSPP e il RLS con un unico e preciso scopo: migliorare la qualità nei luoghi di lavoro onde evitare incidenti e malattie professionali, nonché evitare contestazioni ed eventuali sanzioni da parte degli organi preposti al controllo.

A quale sanzione incorre il Datore di Lavoro che non effettua la valutazione dei rischi?

Cos'è il DVR?

Il Datore di Lavoro ha l’obbligo di effettuare la valutazione dei rischi in forma scritta, elaborando un documento denominato “Documento di Valutazione dei Rischi” o “DVR”.

Quali aziende devono adeguarsi?

Devono adeguarsi al D.Lgs. 81/08 tutte le aziende pubbliche e private con almeno un “lavoratore”, incluse le attività d’ufficio più semplici e le piccole attività commerciali.

LA G.M. CONSULTING S.R.L. OFFRE UN SERVIZIO A 360 GRADI AI FINI DEGLI ADEMPIMENTI PREVISTI DALLA NORMATIVA VIGENTE

Consulenza in materia di salute e sicurezza
Redazione documentazione
Valutazioni specifiche rischio Rumore, Vibrazione, Biologico, Chimico, Movimentazione manuale dei carichi, Stress ecc
Sopralluoghi aziendali
Corsi di Formazione
Sorveglianza sanitaria
Assistenza con autorità competenti
 
Contattaci per un preventivo, un nostro tecnico sarà a vostra completa disposizione per un sopralluogo aziendale totalmente gratuito.

D.L. 196/03 Tutela Dei Dati Trattati 

- Sopralluogo in azienda
- La consulenza per l'Elaborazione del DPS (Documento Programmatico sulla Sicurezza):
1) Predisposizione Informativa e Consenso
2) Corso di formazione sulla Privacy
3) Rilascio attestato di formazione sulla Privacy e sul DPS
4) Aggiornamento annuo del DPS (richiesto dall'art. 19 allegatoB)
Share by: